Home Punture d'insetto
Punture d'insetto PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 05 Maggio 2008 22:05

In caso di puntura di insetto, mettere un cubetto di ghiaccio avvolto in un involucro di cotone sulla zona colpita. Se si è punti in gola o sulla lingua conviene però andare subito al Pronto Soccorso.
Per il prurito crema  non è dimostrata l’efficacia degli antiistaminici in crema (possono indurre dermatiti da contatto) e dell'ammoniaca.
Possono essere utili creme contenenti cortisonici (consultare il pediatra). In caso di dolore intenso può essere utile il paracetamolo (10-15 mg/kg ogni 6-8 ore).
Se il bambino è allergico al veleno di vespe e api e ha avuto in passato una reazione anafilattica, in occasione di gite in campagna o quando ci si reca in zone molto lontane da un Ospedale è necessario sempre portare l'adrenalina per autosomministrazione (Fastjekt). La fiala deve essere conservata al riparo della luce; ogni 15 giorni bisogna controllare che non abbia cambiato colore o contenga precipitati.
Per proteggersi: nelle escursioni in campagna far indossare pantaloni e indumenti a manica lunga introducendone il fondo all'interno delle calze; possono essere utili i repellenti (p.es. DEET, KBR), che tengono lontane zanzare e tafani, non api o vespe. Nei bambini, non applicarlo vicino a occhi, bocca e sulle mani. E' meglio non  utilizzare nessun tipo di repellente, neppure quelli a base di estratti vegetali, nei bambini al di sotto dei 2 anni, i quali si portano spesso le mani al viso o alla bocca o si strofinano gli occhi con possibilità che si verifichino effetti indesiderati.

Da "Lo sai mamma"  www.marionegri.it