Home Assertività
Assertività PDF Stampa E-mail

L’assertività 

A II. 1  - INTRODUZIONE: A cosa dobbiamo tendere

"L'assertività è la capacità del soggetto di utilizzare in ogni contesto relazionale, modalità di comunicazione che rendano altamente probabili reazioni positive dell'ambiente e annullino o riducano la possibilità di reazioni negative".

Libet e Lewinsohn

 Essere assertivi inizia con la capacità di riconoscere emozioni e sentimenti, anche negativi e di esprimerli liberamente con un buon controllo delle proprie reazioni motorie in modo che non vengano alterate o inibite dall'ansia e dalla tensione.

È necessario quindi essere consapevoli dei propri diritti ed essere disponibili ad apprezzare sé stessi e gli altri rispettando e valorizzando gli aspetti positivi dell'esperienza con una visione funzionale e costruttiva del proprio ruolo sociale.

Infine è necessario acquisire un'immagine positiva di se stessi che potenzia la propria capacità di auto-realizzarsi con la fiducia di poter decidere sui fini della propria vita con sicurezza. Tale capacità di autocontrollo aiuta a sviluppare possibili soluzione di problemi mediante interventi opportuni sulle situazioni, dal momento che le difficoltà non vengono percepite come occasioni negative di frustrazione, ma come ostacoli da superare abilmente. Tali obiettivi vengono raggiunti intervenendo sia sull'aspetto concettuale, di contenuto, sia sull'aspetto tecnico, riguardante il modo di agire e di comunicare[i].

  


[i] Marletta L, Pacifico LP. La comunicazione situazionale. Strumenti per sviluppare la flessibilità relazionale per un comportamento efficace. F. Angeli 1995.