Home Genitali
Genitali PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 14 Maggio 2008 14:45

Nei primi giorni dopo il parto, sia nella femmina che nel maschio, i genitali sembrano particolarmente voluminosi: la vulva è gonfia, le piccole e le grandi labbra sono nettamente rilevate; anche il pene appare voluminoso e lo scroto gonfio. È un effetto provocato da ormoni materni, passati attraverso la placenta nei giorni che precedono la nascita, che vanno ad agire proprio sui genitali. Questo fenomeno dura qualche giorno: si chiama "crisi genitale". Nelle bambine ci può essere anche un piccolo sanguinamento, simile ad una mestruazione; è dovuto al fatto che dopo la nascita gli ormoni materni spariscono improvvisamente dal sangue della neonata.
Sempre per effetto degli ormoni materni, sotto il capezzolo, sia nei maschi che nelle femmine, si può notare un rigonfiamento duro e teso. A volte addirittura le mammelle contengono piccole quantità di latte (nella tradizione popolare "latte di strega"): non devono essere spremute, per evitare di provocare infezioni, e neppure fasciate. Via via che il neonato elimina gli ormoni, il gonfiore sparisce spontaneamente, anche se sotto la mammella a volte persiste a lungo un piccolo nodulo.
Tratto da NASCERE a cura di Alessandra Puppo - Un pediatra per amico 2008, n°2 - www.uppa.it