Home Cranio
Cranio PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 14 Maggio 2008 14:41

Il cranio, per passare più facilmente attraverso il canale del parto, subisce delle modificazioni: le ossa che lo compongono si muovono "a cerniera", le tracce di questo movimento possono rimanere anche per alcuni giorni, sembrano degli scalini e si sentono accarezzando la testa del bambino. Anche questi spariranno per uno spontaneo assestamento. Sempre in conseguenza del parto ci può essere un versamento di sangue sotto il cuoio capelluto, più o meno molle, assomiglia ad un grosso bernoccolo e si chiama "cefaloematoma". Nella parte del cranio che si è "presentata" nel canale del parto, per effetto della compressione subita al momento della nascita, può formarsi un gonfiore chiamato "tumore da parto". Ambedue queste tumefazioni spariscono spontaneamente. Nella testa del neonato vi sono delle zone molli, punti in cui le ossa del cranio non sono saldate: sono le famose "fontanelle". La testa sembra fragile, ma il bambino può essere maneggiato senza pericolo, perché a protezione del tessuto cerebrale c'è una membrana molto resistente.
Tratto da NASCERE a cura di Alessandra Puppo - Un pediatra per amico 2008, n°2 - www.uppa.it

Ultimo aggiornamento Giovedì 06 Dicembre 2012 11:15