Home Fumo passivo
Fumo passivo PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 14 Maggio 2008 14:01

Che il fumo faccia male, a chi fuma e a chi gli sta vicino, non è certo una novità. Forse però sapere con esattezza quali sono i danni che la sigaretta accesa in bocca alle mamme e ai papà produce sui figli, può aiutarci almeno a convincere gli irriducibili a fumare in balcone!! Chi invece non può accontentarsi di andare sul balcone ma deve assolutamente smettere di fumare sono le mamme in attesa dal momento che i figli nati da madre fumatrice hanno un rischio maggiore di nascere prematuri e di pesare meno degli altri (in media 250 g.); è stato dimostrato inoltre che il fumo produce dei danni diretti anche sul sistema respiratorio del nascituro.
Alcuni ricercatori inglesi hanno effettuato, a 72 ore dalla nascita, dei test per misurare la funzionalità dei polmoni di bambini nati da madri fumatrici e non.  I risultati hanno dimostrato che l'apparato respiratorio nei bambini esposti al fumo in gravidanza avevano una funzionalità ridotta. Ciò significa che sebbene i bambini fossero in buona salute, un danno si era già prodotto.
Alcuni ricercatori canadesi hanno misurato i livelli di nicotina e dei suoi derivati nelle urine di 507 lattanti, nelle prime due settimane di vita e come si prevedeva, i figli di madre fumatrice allattati al seno avevano dei livelli di nicotina decisamente elevati.
Questi bambini, soprattutto se continuano ad essere esposti al fumo passivo, rischiano maggiormente degli altri di sviluppare malattie respiratorie, hanno cioè il 50% di probabilità in più di sviluppare asma, tosse ricorrente e broncospasmo nei primi anni di vita, rispetto ai bambini i cui genitori non sono fumatori. Questi risultati valgono sia se a fumare è la madre che il padre; la madre fumatrice produce un danno maggiore del padre fumatore, ma sono davvero sfortunati i bambini i cui genitori fumano entrambi.
Inoltre, molti di questi bambini esposti al fumo saranno a loro volta fumatori.
I risultati di uno studio condotto in Spagna nelle scuole superiori ha trovato che su 100 ragazzi, 38 erano fumatori attivi, 45 fumatori passivi, 4 ex-fumatori e solo 13 non erano esposti al fumo.
Tra i fumatori erano decisamente più frequenti asma, infezioni delle vie respiratorie, broncospasmo scatenato dall'esercizio fisico, tosse cronica ed allergie; inoltre i giovani fumatori avevano perso più giorni di scuola per malattie respiratorie rispetto agli altri coetanei.

Tratto da SPECIALE TOSSE: Un pediatra per amico 2, 2001, www.uppa.it

Ultimo aggiornamento Mercoledì 14 Maggio 2008 14:03